VENERE NERA La terra diventa colorata

La vita porta la morte dentro di sé, anche se la morte ritorna alla vita in un ciclo. Essendo l'assenza di colore, il nero equivale alla morte, e i colori equivalgono alla vita...



Riflettendo su questa polarizzazione, non si può fare a meno di chiedersi se l'eterna lotta sempre rappresentata tra bianco e nero - come il buio e la luce, il male e il bene - conserva la sua connotazione negativa, perché la vita non può esistere nell'oscurità costante.


Tuttavia, il nero è anche il colore della raffinatezza e dell'eleganza. L'assoluto. Mistero. Potenza. La virilità. C'è forza in questo.


Questa stessa forza è portata ed emanata dalla dea Venere. Divinità dell'amore, del desiderio, della fertilità, delle cure materne e della prosperità, Venere è sia una dea, che il pianeta "sorella" della Terra.


Venere osserva ciò che accade al suo pianeta sorella. Quello che ha osservato con i suoi occhi lucidi - dall'alto del cielo dell'Universo - è un'accelerazione del degrado causato dalla nostra civiltà.


Le antiche civiltà si meravigliavano dell'infinità del cielo, dei paradisi e dei pianeti. Adoravano gli dei. Nutrivano la Madre Terra prendendosi cura di lei e offrendo i suoi sacrifici. Più la Madre Terra veniva nutrita, più diventava generosa con l'abbondanza di risorse che dava all'umanità.


L'umanità è diventata avida. Così, la meraviglia è stata sostituita dall'osservazione astuta, l'adorazione è diventata mancanza di rispetto e l'abbondanza si sta esaurendo.


La Terra è diventata vulnerabile.


Venere, sensibile al grido d'aiuto della sorella, sta risvegliando la coscienza umana - dall'individuale al collettivo - con un vigoroso effetto a catena. Riscoprire la comunione con la Natura, la flora e il regno animale, che sono tutti figli nati dal grembo fecondo della Terra, è fondamentale per il bene comune.


Io, come donna, mi sento vicina sia alla fertilità fiorente della Madre Terra che alla sensuale, amorevole e premurosa Venere. Entrambe stanno abbracciando. Entrambe sono donatrici.


Dare generosamente è uno degli atti d'amore e di benevolenza più soddisfacenti. Quando restituiamo, sentiamo di aver riempito l'altra metà di ciò che ci è stato dato.


Per rinnovare la nostra integrità con la Madre Terra, dobbiamo praticare quotidianamente atti di gentilezza: ridurre l'inquinamento e aumentare il riciclaggio, adottare un consumo consapevole delle risorse naturali, promuovere la consapevolezza ambientale, o essere l'artefice del cambiamento. Il tempo sta per scadere. Lo sappiamo tutti. La Terra è malata.


Tuttavia, Venere sta potentemente toccando i cuori, scuotendo la coscienza ed esortando l'umanità ad amare nuovamente la Madre Terra.


Sono orgogliosa di essere qui, con questa immagine in bianco e nero, per riflettere ed emanare la volontà di Venere di andare avanti nella lotta contro l'inquinamento, in modo che

l'opposizione in bianco e nero tra l'umanità e la Terra si fonda in armoniose sfumature di colori, la cui varietà appartiene e definisce così tanto la Natura.


Grazia Giuliani



Black Venus La tierra se vuelve color

Gianna Carrano Sune’

Mostra fotografica e letteraria

Foto: Gianna Carrano Sune’

Testi letterari: Vari autori, tra cui Grazia Giuliani alias Gigi

Sala Sant Antoni - Fundacio’ Sa Nostra, Mao - Menorca

12.05.21 - 28.05.21

Inaugurazione: 12.05.21 - 18.30h

Registrazione previa per entrata: +34 683145741

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti